BASKET | sabato 14 dicembre 2019 08:46

BASKET | 20 novembre 2014, 10:03

Errore di trascrizione nella decisione del giudice sportivo, ma il presidente del Centro Basket Sestri Levante non ci sta

La giornata di squalifica è per Francesco - e non per Fabio - Conti, mentre la multa viene inflitta al Rapallo e non al team biancoverde, il cui presidente Giacomo Conti attacca ugualmente: "La multa è ingiusta anche per il Rapallo, dato che nessuno ha minacciato gli arbitri, mentre Francesco avrebbe dovuto subire, al massimo, una diffida"

Il giocatore del Centro Basket Sestri Levante Francesco Conti è stato squalificato in vista del match casalingo di sabato prossimo contro la Pontremolese

Il giocatore del Centro Basket Sestri Levante Francesco Conti è stato squalificato in vista del match casalingo di sabato prossimo contro la Pontremolese

I campionati regionali di basket, rimasti fermi lo scorso fine settimana per via dell’allerta meteo, si apprestano a riprendere nel weekend, anche se ieri, in Liguria, l’ambiente della palla a spicchi è stato scosso da una dura presa di posizione assunta dal presidente del Sestri Levante, Giacomo Conti, nei confronti di arbitri e Federazione.

A scatenare le proteste di Conti le decisioni del giudice sportivo in merito alla gara di mercoledì scorso, in occasione di un recupero infrasettimanale, tra i biancoverdi padroni di casa e l’Extrafin Alcione Rapallo, derby concluso con il successo del Sestri (66-62).

A mandare su tutte le furie il massimo dirigente del sodalizio sestrese la giornata di squalifica inflitta a Fabio Conti e la multa di 90 euro (per insulti e minacce agli arbitri) comminata alla società, come recidiva di una precedente, analoga, sanzione (in questo caso di 60 euro), che risaliva alla gara casalinga di pochi giorni prima contro Ospedaletti.

Ieri pomeriggio il comitato regionale ligure della FederBasket ha però ammesso come vi sia stato un duplice errore di trascrizione: il giocatore squalificato è Francesco - e non Fabio - Conti, mentre la multa viene inflitta al Rapallo e non al Sestri Levante, anche se il presidente Giacomo Conti tiene a sottolineare:

<Nessuno ha minacciato gli arbitri, mi spiace per il Rapallo che si trova a subire una sanzione ingiusta. A vedere le nostre partite ci sono i ragazzini delle giovanili e nessuno insulta i direttori di gara, che la Federazione dovrebbe invece maggiormente controllare e poi a distanza di pochi giorni ci ha pure diretto lo stesso arbitro (Metti di Genova n.d.r.). Ingiusta è comunque anche la squalifica di Francesco Conti, che avrebbe dovuto subire al massimo una diffida. In questo modo, se vorremo farlo giocare sabato contro la Pontremolese, dovremo pagare 360 euro di multa sostitutiva>.

Da Il Secolo XIX - edizione Levante - del 20 novembre 2014

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore