ATTUALITA' | venerdì 20 ottobre 2017 12:49

ATTUALITA' | venerdì 21 aprile 2017, 08:39

"Chef? No, grazie. Meglio i cuochi"

Tutto pronto da Floriano, a Chiavari, per l’apertura che è prossima. "Sarà anche una brasserie"

Chef? No grazie. Meglio i cuochi. Claudio S. Piras ha le idee chiare. E non ha paura di sembrare contro corrente. In un periodo in cui tutti vogliono essere chef o che comunque è diventata la figura di riferimento del lavorare in cucina, il responsabile del ristorante chiavarese “da Floriano” esprime il suo concetto di cucina, sempre con rispetto.

 

«Niente in contrario con gli chef, ci mancherebbe - puntualizza Piras - è solo che io sono cresciuto in una famiglia matriarcale: il femminile di cuoco è cuoca, quello di chef? È cheffa? Scherzi a parte, per quella che è la mia concezione di cucina, sono più per il cuoco, una figura della tradizione che prepari da mangiare come farebbero le nonne o le mamme dei nostri clienti: più sostanza e meno apparenza».

 

Claudio S. Piras, 53 anni, è il compagno di Licia Scagliotti, figlia di Floriano, storico ristoratore di Chiavari e titolare, insieme alla moglie, del “Marinaro”. Presto quel locale tornerà a rivivere e sarà un omaggio al vecchio proprietario. Si chiamerà “da Floriano”.

 

«Ne è passato di tempo da quando quel pomeriggio del 2003 io e Licia ci siamo conosciuti sul lungomare di Chiavari. Lei seduta su una panchina, io con i capelli lunghi e i roller ai piedi… ».

 

Di nuovo una coppia alla guida del ristorante, con la collaborazione dell’esperto di vini Alberto Garibaldi. Non più pesce ma carne e pizza gourmet. E in cucina? Due cuochi ovviamente: «Il cuoco è un artista, un pittore; riesce a fare splendidi quadri con i colori più semplici».

 

«Sarà una brasserie - precisa Piras -però sapremo accontentare anche i vegetariani. E posso garantire fin da ora che non serviremo “carne inutile”: io personalmente mi occupo di selezionare i nostri fornitori e di informarmi quale percorso c’è dietro alle nostre pietanze. Perciò vi garantisco fin da ora: niente carni che provengono da allevamenti intensivi». Tutto pronto da Floriano per l’apertura che è prossima.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore