PALLANUOTO | giovedì 24 agosto 2017 08:38

PALLANUOTO | giovedì 03 agosto 2017, 15:43

Riparte la scuola di pallanuoto della Rari Nantes Camogli

Sarà coordinata da Alberto Bodrato, di ritorno così al Boschetto. Concluso invece, di comune accordo, il rapporto tra il sodalizio bianconero e la Pro Recco, pur nella convinzione che la collaborazione fra società sia fondamentale

Riparte la scuola di pallanuoto della Rari Nantes Camogli

La Rari Nantes Camogli scalda i motori per l’inizio della prossima stagione. L’anno appena trascorso è stato ricco di soddisfazioni: il settore giovanile bianconero, infatti, ha ottenuto importanti risultati nelle leve Under 20, Under 15 e Under 13. Hanno raggiunto, inoltre, le semifinali nazionali gli Under 17 allenati da mister Martinero, andando ad un soffio dalla conquista delle finale eight scudetto. Anche i bimbi dell’Acquagol si sono distinti positivamente nel torneo mondiale “Haba Waba”.

Concluso di comune accordo il rapporto con la Pro Recco, e restando fermamente convinti che la collaborazione tra società sia fondamentale per costruire un centro di eccellenza della pallanuoto nel Levante ligure, la Rari Nantes Camogli riparte con una Scuola di Pallanuoto che ha l’obiettivo di ritornare ai fasti del recente passato, puntando a valorizzare al massimo i giovani del territorio.

Per questo motivo si è cercata una figura di altissimo spessore sportivo e umano che potesse organizzare con la sua esperienza la Scuola di Pallanuoto bianconera per coordinare e far crescere il team degli allenatori. La società, quindi, è con grande piacere e orgoglio che comunica il ritorno in bianconero del plurititolato Alberto Bodrato che, oltre ad essere il referente Fin Liguria e il selezionatore delle rappresentative giovanili, è già stato tecnico coordinatore della Rari Nantes Camogli.

<Sono molto felice di essere tornato a Camogli - spiega Alberto Bodrato -. Questa per me è un po’ come se fosse la mia seconda casa e sono davvero carico per questa nuova avventura. Torno a Camogli con l’obiettivo di continuare a far crescere uno dei settori giovanili più importanti del nostro Paese. Il mio ruolo sarà quello di aiutare, supportare e coordinare tutti i tecnici, i giocatori e le famiglie del nostro settore giovanile: partendo dagli Acquagol sino ad arrivare agli Under 20. È un incarico stimolante che mi dà gioia e grande responsabilità>.

Soddisfazione anche per il tecnico della prima squadra, Daniele Magalotti: <Do il bentornato ad Alberto, una figura che mancava da tempo al nostro settore giovanile che ha come obiettivo primario la formazione dei giocatori per la nostra prima squadra. La sua presenza accrescerà il costante rapporto tra le squadre giovanili e la prima squadra. Quest’anno aggregheremo altri due giovani nati nel 2000 e vi saranno costanti opportunità di inserimento in prima squadra per i ragazzi delle leve Under 20 e Under 17, che più si metteranno in luce per bravura, impegno e serietà>.

Nicolò Pagliettini - Ufficio stampa Rari Nantes Camogli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore