VELA | mercoledì 19 giugno 2024 13:15

VELA | 17 giugno 2016, 11:50

Burrasca sulla Giraglia: Mariel di Federico Massari costretto al "May Day"

Un'altra imbarcazione in avaria è stata trasportata a Santa Margherita Ligure

L'equipaggio di Mariel, la barca di Federico Massari

L'equipaggio di Mariel, la barca di Federico Massari

Notte difficile alla Giraglia Rolex Cup a causa della burrasca, infatti vento e mare hanno mietuto tre vittime. A riportare la notizia è il Giornale della Vela, nella sua edizione online.A 60 miglia da Genova, il Grand Solei 341 Mariel di Federico Massari, 20 miglia dopo aver doppiato lo scoglio della Giraglia, ha lanciato il May Day. E’ intervenuta la Guardia Costiera di Livorno che ha inviato un elicottero. L’equipaggio è stato soccorso e si trova ora a Macinaggio, in Corsica.

Un’altra imbarcazione - riporta sempre la versione online de Il Giornale della Vela - un Comet 45S, Ireal di Alberto Pagliano, con 11 velisti a bordo, ha chiesto aiuto alla Capitaneria di Porto di Genova dopo avere rotto il timone a 25 miglia davanti alla Spezia. Per prelevare parte dell’equipaggio alle prime luci di oggi si è alzato in volo l’elicottero da Sarzana.

L’operazione è stata complessa a causa forte vento e dal mare grosso. Quattro degli undici velisti sono stati prima trasbordati a Sarzana e quindi trasferiti al pronto soccorso della Spezia: stanno bene anche se sono molto provati dalla notte passata in balia del mare. Una motovedetta con a bordo il resto dell’equipaggio ha scortato il resto dell’equipaggio sino al porto di Spezia. 

Un’altra imbarcazione è andata in avaria ed è stata soccorsa, all’una di notte, dalle motovedette della guardia costiera a cinque miglia davanti a Portofino. L’imbarcazione, con 11 velisti a bordo, è stata trainata sino al porticciolo di Santa Margherita.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore