PALLANUOTO | domenica 20 gennaio 2019 06:53

PALLANUOTO | mercoledì 31 maggio 2017, 15:52

Rapallo, arrivano due tulipani

La società gialloblu chiude per due olandesi: Genee e Van Der Graaf.

Amarence Genee

Amarence Genee

Archiviata la stagione 2016/2017 con la conferma in serie A1 conquistata ai playout, in casa Rapallo Pallanuoto la voglia di ripartire è tanta; soprattutto, c'è il desiderio da parte della Società gialloblu di ricominciare con nuovo impegno e stimoli per riportare la prima squadra al top della classifica.

Un fermento positivo, che il presidente Enrico Antonucci suggella con l'annuncio dei primi, importanti colpi di mercato per la Società rapallese. Che si tinge con sprazzi d'arancione. Sì, perché i nuovi arrivi alla corte del mister Luca Antonucci hanno origine nella terra dei tulipani. Si tratta di Amarence Genee e Laura van der Graaf, entrambe giocatrici della nazionale olandese.

«Conclusa la Final Six scudetto, per altro organizzata dalla Rapallo Pallanuoto, ci siamo immediatamente messi in moto per definire i primi acquisti e partire, o meglio ripartire, fin da subito con tanto entusiasmo» commenta Enrico Antonucci.

Molto soddisfatto il tecnico gialloblu Luca Antonucci, che tesse gli elogi delle due giocatrici sotto il profilo tecnico: «Visto l'andamento dello scorso anno, fondamentale e prioritario era l'arrivo di un centroboa d'esperienza: come Amarence Genee, che ha 26 anni ed è una giocatrice versatile, perché può anche ricoprire il ruolo di attaccante esterno – sottolinea Luca Antonucci - Essendo appunto una giocatrice esperta, sarà anche punto di riferimento per le ragazze più giovani».

L'altra rappresentante della nazionale Orange che indosserà la calottina gialloblu nella prossima stagione è Laura van der Graaf, 22 anni, attaccante esterno. «A differenza di Amarence, Laura, essendo anche più giovane, è entrata a far parte di recente della nazionale olandese – prosegue il tecnico del Rapallo Pallanuoto - Ciò non toglie che sia un'ottima giocatrice: non dimentichiamo come l'Olanda, nonostante la mancata qualificazione a Rio2016, vanti una grande tradizione nella pallanuoto femminile. Laura è un esterno che può giocare sia in posizione 2 che in 4/5, è veloce e questo contribuirà a dare vigore alla fase offensiva, altro aspetto in cui lo scorso anno abbiamo riscontrato qualche lacuna. Stavamo seguendo queste due giocatrici da diverso tempo e sono molto felice che le trattative siano andate a buon fine. Le aspettative per la prossima stagione sono indubbiamente elevate».

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore