ATTUALITA' | venerdì 19 aprile 2024 04:30

ATTUALITA' | 08 marzo 2024, 11:04

Il ritorno dello stile ispirato agli anni ’60 nell’arredamento

Gli anni ’60, grazie alla diffusione della Pop Art e allo spirito di rinnovamento generazionale che porta con sé eccessi e creatività, sono caratterizzati da un grande fermento e una frizzante dinamicità.

Il ritorno dello stile ispirato agli anni ’60 nell’arredamento

Gli anni ’60, grazie alla diffusione della Pop Art e allo spirito di rinnovamento generazionale che porta con sé eccessi e creatività, sono caratterizzati da un grande fermento e una frizzante dinamicità.

Nell’interior design si assiste all’esplosione di colori pop accesi e psichedelici insieme a complementi d’arredo dalle forme sinuose. I tratti classici e un po’ retrò diventano dinamici garantendo un fascino senza tempo.

Nel settore dell’arredamento, negli ultimi anni, c’è stata un’esplosione di interesse nel riprendere complementi d’arredo in stile anni ’60. La voglia di sperimentare e di personalizzare l’arredo della propria casa ha ispirato molti e-commerce, compresi alcuni tra i più rilevanti del settore come ad esempio Viadurini.it che di recente ha dato parecchi spunti con la sua selezione di illuminazione per la casa.

Caratteristiche di un arredamento anni ‘60

Gli anni Sessanta furono caratterizzati da uno spirto anticonformista ed eccentrico. Il benessere e la crescita economica di questi anni portano allo sviluppo e alla nascita del design. Gli stili iniziano a prendere forma e le case diventano uno spazio in cui creare un equilibrio perfetto tra funzionalità e bellezza.

Sotto l’influenza della corrente artistica Pop Art i mobili e i complementi d’arredo si trasformano in oggetti giocosi e frizzanti perdendo il loro classico aspetto abituale. Tutto questo grazie soprattutto all’abbandono di tonalità neutre in favore di sfumature di colore sgargianti e fantasie geometriche. Un tuffo nello stile americano con cui in quegli anni venivano arredati gli iconici diner.

Colori e materiali per un arredamento anni ‘60

Il colore in questo stile ha il compito di stupire e donare carattere alla stanza. Osate e giocate con i colori, scegliete contrasti molto accesi e colori che vi trasmettono gioia e freschezza.

Tra i must have ci sono il giallo, il fucsia, l’arancio, il blu elettrico e il rosso. Affiancati dall’uso del bianco e del nero per mettere in risalto i complementi di arredo fluo.

I tessuti e le superfici richiamano linee e forme geometriche, immancabile la carta da parati con motivi geometrici e tocchi di colore fluo.

Per quanto riguarda i materiali invece il legno resta protagonista ma con lavorazioni e dettagli innovativi, insieme all’introduzione della plastica che grazie alla sua versatilità è utilizzata per creare arredi dal gusto futuristico.

Salotto in perfetto stile anni ‘60

Per creare un salotto ispirato allo stile degli anni Sessanta è importante scegliere arredi che siano ricchi di personalità e che contribuiscono a donare alla stanza un’atmosfera confortevole.

Il colore delle pareti dovrà avere tonalità brillanti che ben si abbinano ai contrasti cromatici degli arredi. I mobili protagonisti saranno il divano, preferibilmente con forme squadrate e geometriche con braccioli ampi e strutture in legno. Il rivestimento in tessuto deve avere colori frizzanti a cui si può facilmente abbinare un tavolino basso da caffè con piano in vetro.

Secondo mobile fondamentale la libreria. Rigorosamente in legno appoggiata alla parete per contenere non solo libri ma accessori dal sapore pop che regalino carattere e colore alla stanza.

Per completare l’arredo di questa stanza un ampio tappeto colorato con forme squadrate e quadri appesi alle pareti, per esempio riproduzioni dei famosi quadri di Andy Wahrol.

La cucina e gli arredi di design anni Sessanta

Un elemento tipico delle cucine anni Sessanta è il pavimento a scacchi bianco e nero. Da abbinare ad un tavolo da pranzo di forma ovale, rotonda o rettangolare in legno, vetro o formica. Per quanto riguarda le sedute invece sono perfette sedie in plastica colorata di design moderno oppure se possedete un’isola in cucina gli sgabelli imbottiti richiamano l’arredo dei diner americani.

Illuminate infine la stanza con lampade a sospensione colorate e con forme alternative per dare un richiamo alla rivoluzione del design che ha caratterizzato quegli anni.

Non sono parte dell’arredamento ma sono protagonisti delle cucine negli anni ’60 gli elettrodomestici. Un frigorifero in stile americano, un tostapane accanto ai fornelli, ognuno di questi elettrodomestici è caratterizzato da colori accesi e forme tondeggianti un po’ bombate. Si incastrano alla perfezione nell’arredamento donando un tocco di carattere.

 

Pubblicitá

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore