ATTUALITA' | domenica 22 luglio 2018 04:27

ATTUALITA' | mercoledì 20 giugno 2018, 15:08

Perché dal prossimo anno risparmieremo sulla bolletta

Il prossimo anno si entrerà nel mercato libero dell'energia e ci saranno delle reali possibilità di risparmio sulle bollette.

Il prossimo anno si entrerà nel mercato libero dell'energia e ci saranno delle reali possibilità di risparmio sulle bollette. Da luglio 2019, ci attendono importanti cambiamenti e finalmente potremo dire addio al monopolio per accogliere a braccia aperte il mercato libero per le forniture di gas ed elettricità. Ma cosa cambierà in sostanza?

Stiamo ovviamente parlando di una totale rivisitazione delle tariffe di bollette della luce e del gas. Adesso, nel mercato vigente, l’ARERA propone un prezzo di riferimento a cui i fornitori di luce e gas devono attenersi, invece nel mercato libero ognuno potrà applicare il prezzo che crederà più favorevole. Inoltre, i costi in bolletta saranno suddivisi in maniera più incisiva, mentre il prezzo dell’energia fornita dovrà essere inerente l’accordo che il cliente firmerà con il fornitore. Anche le accise e i costi di distribuzione saranno in ogni caso fissati da Arera. Il cliente avrà facoltà di decidere con chi firmare il contratto e che offerta scegliere, potendo anche cambiarla in seguito, qualora non soddisfi le sue esigenze.

L'utente per potersi meglio destreggiare in questa nuova situazione dovrà essere aggiornato sulle condizioni presenti nel mercato libero. Inoltre potrà scegliere le tariffe monorarie, biorarie o multiorarie in funzione del consumo di energia. Sarà pertanto utile valutare sempre il costo della materia prima e tramite varie offerte in rete valutare le migliori tariffe luce e gas per ottenere condizioni favorevoli in base ai propri consumi. In questo modo le famiglie e le piccole imprese potranno usufruire di un servizio comparatore di offerte che si rivelerà molto utile soprattutto in vista del superamento del mercato tutelato previsto dal 1° luglio 2019.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore